#wanderlust Prossima Meta: TENERIFE

Risultati immagini per tenerife las americas

Ci siamo quasi! Tra 20 giorni faremo la nostra seconda vacanza del 2017, e la metà sarà Tenerife!

Non siamo mai stati alle Canarie, perciò per essere la prima volta non sappiamo ancora cosa aspettarci.
Sarà una vacanza di mare, ma con tante cose da poter fare e vedere e non nel solito Villaggio All inclusive, bensì in un Aparthotel.

Partiremo Domenica 14 Maggio da Pisa, per arrivare all’aeroporto di Tenerife Sud e (penso) con il pullman ci sposteremo fino a Playa de Las Americas dove passeremo tutta la settimana di vacanza.
Abbiamo prenotato appunto in un apartahotel, il Sunpime Coral Suite, un hotel per soli adulti che offre un centro benessere e una piscina all’aperto.
Le camere di questo hotel dispongono di cucina, un balcone vista piscinae un’area soggiorno con divano e Tv.
Speriamo sia bella come dice la descrizione e come letto su TripAdvisor.


So che ci sono almeno 3 spiagge vicine dove è possibile arrivare a piedi (Playa de Las Ameicas, Playa de Las Vistas e Playa de Los Cristianos) e non penso che affitteremo una macchina perchè abbiamo proprio voglia di fare una vacanza doi sano relax: passeggiate, mare, aperitivo.

Però ora chiedo a voi: ci siete mai stati a Tenerife Sud? Avete consigli di qualunque genere? Dove mangiare, bere un buon aperitivo, dove andare in spiaggia, a fare la spesa o cosa vedere vicino a Las Americas.
E se avete scritto un’articolo sul vostro blog lo leggerò volentieri!

Tenerife arriviamo!Risultati immagini per tenerife las americas

La nostra vacanza ai Caraibi 2017!

caraibi

Sabato 18 Febbraio, alle 14:20, siamo partiti da Malpensa e dopo 10 ore di volo Neos (un’ottima compagnia per essere low cost), siamo atterrati all’aeroporto de La Romana alle 19:20 (orario locale).
Il controllo visto e passaporto è stato velocissimo anche perchè per fortuna a quell’ora non c’erano altri voli atterrati oltre al nostro.
Fuori dall’aeroporto c’era Debora, operatrice Condor che ci aspettava per accompagnarci al Villaggio e lasciandoci una lettera di benvenuto che ci informava del Briefing per il giorno successivo.
In 20 minuti eravamo finalmente al Viva Wyndham Dominicus Beach e dopo la procedura di assegnazione camere (rapida e ottimale) veniamo accompagnati al nostro bungalow vista giardino che ci ha piacevolmente stupito dalla grandezza della stanza e di nuova ristrutturazione.  Grazie alla gentilissima collaborazione con il Villaggio abbiamo ricevuto in omaggio 2 T-Shirt con Logo dei Viva Wyndham Resort  e le prenotazioni ai 3 ristoranti alla Carta del Viva Dominicus Beach. A questo punto ci siamo subito diretti al ristorante principale a Buffet, La Terrazza, per mangiare qualcosina ma poi la stanchezza del viaggio si è fatta sentire e siamo andati a riposare.

Domenica mattina, 19 Febbraio e compleanno di Ruggero(!!!) la giornata è iniziata con la pioggia che purtroppo è continuata con vari rovesci tutto il giorno… Dopo la colazione abbiamo fatto una passeggiata in spiaggia (anche con nuvole e pioggia, in fondo siamo ai Caraibi!) fino ad arrivare a La Roca, un delizioso ristorante all’aperto e affacciato sul mare, che per colazione e pranzo è un ristorante a Buffet ed invece la sera diventa uno dei ristoranti alla carta, con cucina mediterranea che tra l’altro è la nostra prima prenotazione proprio per quella sera. Alle 10 riunione con Debora della Condor che in modo molto preparato e disponibile, ci ha dato tutte le informazioni utili sulla struttura, la moneta locale e tutte le escursioni disponibili (dove abbiamo scelto l’escursione all’Isola di Saona per il mercoledì). Abbiamo poi approfittato di questa brutta giornata che non voleva darci tregua per girare un pò tutto il nostro villaggio (Viva Dominicus Beach) e quello adiacente (Viva Dominicus Palace) che è la versione più piccola e superior. La cena a La Roca è stata molto buona, ben servita e soddisfacente. Per il dopo cena, tutte le sere alle 21:45 al Teatro, l’animazione del Viva mette in piedi un spettacolo dal vivo, ogni sera uno diverso e tutti molto piacevoli e divertenti. E in questa serata c’era in scena il musical Moulin Rouge!

Lunedì svegli molto presto.. Uno sguardo fuori.. ed un cielo senza nuvole ci augura un buongiorno! Senza aspettare molto andiamo subito in spiaggia a goderci l’alba e solo dopo andiamo al bar della piazzetta principale, La Placita, che apre alle 7 del mattino con brioche fresche, cappuccino e caffè espresso che fanno invidia ai bar italiani (ve lo posso assicurare!). Una giornata all’insegna di sole e mare, con passeggiata fino al faro del villaggio Iberostar, passando davanti al mercatino con negozietti tipici domenicani. L’animazione molto simpatica, presente e divertente ma non stressante, che partendo dalla mattina con lo yoga, fino a tardo pomeriggio con balli e tombola, intrattengono tutte le persone che vogliono divertirsi e svagarsi. Nel pomeriggio abbiamo avuto anche un interessante incontro (organizzato da un gentile e simpatico personaggio che lavora al Viva, Felipe, che saluto) con una ragazza italiana carinissima, Ursula,  che ci ha spiegato il funzionamento e i benefici di essere membri del Viva Club, per avere un trattamento Vip in tutte le strutture del circuito Wyndham.

Martedì ero molto emozionata, perchè ho avuto la mia prima vera esperienza che questo hobby di Travel Blogger mi ha regalato! Infatti la direttrice del Guest Service mi ha invitato ad un Site Inspection personalizzato, per conoscere il loro hotel e i suoi servizi.
Mi hanno fatta sentire importante, facendomi accomodare su dei divanetti dove mi hanno servito un cocktail da sorseggiare nell’attesa della Direttrice. Al suo arrivo mi ha presentato Yenni, addetta agli eventi e matrimoni nella struttura, che mi ha accompagnata per questo tour informativo, sia per il Viva Beach che per la struttura del Palace. Ma vi racconterò tutto in un post dedicato proprio ai Viva Wyndham Dominicus Beach & Palace.
Il sole ha colorato questa bella giornata e un venticello fresco l’ha resa perfetta anche per rilassarsi sotto le palme e in riva al mare.
La seconda cena prenotata al ristorante alla carta era al Viva Mexico, ristorante Messicano che abbiamo trovato anche al Viva Wyndham Maya a Playa del Carmen. Nemmeno a dirlo che il messicano mangiato in Messico era sicuramente meglio, ma anche qui hanno fatto il loro dovere con Margarita, nachos e guacamole di benvenuto e abbiamo passato una buona serata senza per niente soffrire la fame.

Mercoledì è stata la giornata dell’escursione all’Isola di Saona, dove vi racconterò tutto in un post specifico.
Al nostro ritorno abbiamo fatto uno spuntino, grazie al Punto Snack aperto in Placita dalle 11 alle 19 e che serve ininterrottamente pizza, patatine fritte, hamburger e hot dog! Davvero qui non si muore di fame! Anche perchè tutto il cibo è veramente buono e siamo rimasti stupiti dalla buona qualità di tutti i ristoranti, pensando a quanta gente al giorno devono soddisfare.

Giovedì abbiamo fatto snorkeling davanti alla baia del Beach che, grazie alla presenza di alcuni scogli con barriera corallina, ci sono vari pesci colorati, grandi e piccoli che nuotano tranquillamente intorno alle persone. Una bambina ha addirittura visto un polpo quasi a riva (e si è spaventata molto, poverina!). Il pranzo al ristorante La Roca lo consiglio a tutti, perchè sembra un’assurdità, ma essendo il locale più lontano dalla spiaggia principale (2 minuti a piedi) c’è sempre poca gente perciò molto tranquillo e tutti i giorni si può trovare carne e pesce grigliati al momento. Se poi volete è possibile approfittare anche dei servizi del Palace (meno il ristorante a buffet). E infatti noi abbiamo apprfittato di una meravigliosa vasca idromassaggio affacciata proprio sul mare.. Una vera goduria!
Giovedì sera prima di cena ci siamo intrattenuti in Placita per un bel concerto dal vivo di bravissimi ragazzi domenicani che cantavano canzoni rock internazionali. Abbiamo poi cenato all’ultimo ristorante alla carta che ci era stato prenotato, ma  Il suo nome è 25 ed è un ristorante a tema Fusion con cucina internazionale. Nulla da dire sulla cucina, alla pari degli altri ristoranti, ma se doveste andarci ricordatevi di portarvi un maglioncino in più perchè è molto piccolo ma con molta aria condizionata.

Venerdì è stato all’insegna del puro relax, niente ci ha distratti dal riposarci in spiaggia, sotto il sole e con un bel venticello che rinfrescava la pelle. Visto che il Punto per il ritiro e cambio di asciugamani gratuiti è aperto ininterrttamente dalle 8 del mattino alle 18 di sera, non c’è mai il problema di rimanere senza e con un asciugamano troppo bagnato o sporco di sabbia. Un servizio direi molto utile in villaggi come questo. Un consiglio: rimanete in spiaggia fino all’ultimo raggio di sole, i tramonti in questi posti sono a dire poco meravigliosi, da lasciarti tutti i giorni senza parole dalla bellezza di colori che allietano il cielo. E come il tramonto anche fermarsi un secondo la sera, dopocena, a guardare verso l’alto e accorgersi di quante migliaia di stelle luminose ha il cielo, lo stesso cielo che per colpa delle troppe luci da noi non si riesce mai a godere a pieno.

Purtroppo come in tutte le vacanze anche il Sabato è arrivato, il giorno di preparare le valigie, di lasciare le camere (entro le 12) e aspettare già vestiti la partenza per l’aereoporto, mentre tutti sono in spiaggia a godersela. E’ stata una bella vacanza, anche se forse troppo corta per poterla vivere come si deve. Ma non lo sono tutte le vacanze sempre troppo corte? L’importante è essere riusciti a partire anche questa volta, a pensare a noi stessi e a staccare la spina.

Spero di avervi intrettenuto piacevolmente e se avete domande o avete bisogno di informazioni sarò felice di aiutarvi se posso! Mi piacerebbe sapere se anche voi avete villeggiato a Bayahibe o proprio in questo villaggio e come siete stati.
Ringrazio davvero di cuore la struttura del Viva Wyndham Dominicus Beach e tutto il suo personale che ci hanno viziato e coccolato per tutta la settimana senza farci mancare mai nulla. Vi saluto con la canzone ufficiale dell’animazione del Viva, che è talmente allegra e orecchiabile che vi entrerà nel cervello e canticchierete anche dopo essere tornati a casa (esperienza personale!)

Wanderlust e i Caraibi… Meno 10!

Risultati immagini per viva dominicus beach

La Sindrome di Wanderlust è quel desiderio incontrollato di partire e vedere il mondo.

Sicuramente è la nostra malattia, non ci sono dubbi, perchè di solito mentre siamo ancora in viaggio da qualche parte pensiamo già a dove potrebbe essere la prossima meta. E penso che per questa sindrome l’unica cura sia proprio viaggiare!

Lo scorso anno siamo riusciti a vedere il Messico (anche se non siamo del tutto soddisfatti e vorremmo tornarci per vedere tutta la bellezza che ci siamo persi) e poi un bel tris di città Europee: Valencia, Siviglia, Londra. Da non dimenticare un bellissimo week-end in Toscana, tra Siena e San Gimignano.

Anche quest’anno iniziamo con una bella vacanza al caldo, in concomitanza con il compleanno di Ruggero che voleva “scappare” dalla routine di tutti i giorni per festeggiare sotto una palma e con un buon cocktail in mano.

La nostra scelta è stat forse la più banale, ma la migliore proprio dal punto di vista di quello che desideravamo: tanto sole, spiaggia bianca, mare azzurro. Tanto relax e un All Inclusive che aiuta molto a rilassarsi (cibo e bevande per 24 h al giorno!).
Adoro questo tipo di vacanze super rilassanti, dove se vuoi ti alzi dal lettino per le numerose attività che gli animatori propongono, ma se preferisci rimani a leggere e a goderti sole e mare tutto il giorno senza dover guatdare l’orologio per una settimana!

La nostra scelta di villaggio è stato il classico Viva Dominicus Beach, un villaggio tutto italiano molto grande e dove si può trovare di tutto, dai negozietti di souvenir ad una discoteca per potersi divertire tutte le notti.
Ha tantissime camere divise in standard, superior e bungalow, dove quasi sicuramente saremo noi.  L’hotel dispone di 3 piscine, 3 bars, un snack bar, una disco-bar e diversi ristoranti: ristorante principale con buffet e vari ristoranti a la carte specializzati in cucine locali e internazionali, prenotabili con un piccolo supplemento.
Insomma, non dobbiamo pensare a nient’altro che a rilassarci e a pensare solo a noi stessi! E non vedo l’ora! Non solo per vedere un mare e un luogo nuovo, ma anche per poter passare una bella settimana insieme a Ruggero, solo noi due con uno magnifico sfondo.

Sicuramente faremo almeno un’escursione, alla più famosa isola di Saona, una piccola isola in cui abitano meno di 500 persone che vivono prevalentemente di pesca. Le spiagge sono lunghe e immacolate. Non vi sono strutture alberghiere e possibilità di pernottarvi, per questo motivo la sua bellezza è rimasta intatta con il passare del tempo e dalle foto che ho visto deve essere davvero il paradiso!

Risultati immagini per isola di saona

Al nostro ritorno vi racconterò tutto, sia delle nostre escursioni che della vita nel villaggio.
Mancan solo 10 giorni che saranno i migliori, perchè passeranno tra valige, costumi e solari.. Dobbiamo ancora scegliere cosa portare ma due cose sono già pronte: i libri da leggere in viaggio e la musica sugli iPod da ascoltare sul lettino prendendo il sole con un cocktail in mano… Mi faccio invidia da sola! 🙂

Voi ci siete mai stati a Bayahibe? avete storie da raccontarmi o consigli?

Risultati immagini per viva wyndham dominicus beach

 

 

#Wanderlust Tag

La Sindrome di Wanderlust è la malattia del viaggiatore e di tutti coloro che non riescono a stare fermi in un posto e sentono l’irrefrenabile desiderio di esplorare il mondo, di vedere luoghi nuovi e di conoscere nuove culture.

Una “malattia” che conosco molto bene, visto che quest’anno siamo riusciti a volare via ben 4 volte e in 6 anni che stiamo insieme siamo a quota 12 viaggi in giro per il mondo.

Da qui nasce la voglia di un Tag sui viaggi e per tutti i viaggiatori!

Queste le semplici regole:

  • Nominare chi ha ideato questo Tag: Iris & Periplo Blog
  • Utilizzate la foto qui sopra e aggiungete nei tag #wanderlusttag (sarà più semplice leggervi tutti!)
  • Rispondete alle 10 domande e se ne avete voglia utilizzate le foto dei vostri viaggi
  • Nominare almeno 3 blog

Queste le domande:

  1. Per prima cosa: dove siete stati fin’ora?
  2. Qual’è la città o paese più bello dove siete stati?
  3. Siete stati più di una volta nello stesso posto o preferite visitare ogni volta un posto nuovo?
  4. Consigliatemi il miglior locale (ovunque nel mondo) dove siete stati a mangiare.
  5. Siete per le vacanza al mare, in montagna o per le città?
  6. Qual’è il souvenir che non mancate mai di portare a casa?
  7. Nella vostra valigia cosa non manca mai?
  8. In quale luogo già visitato ritornereste volentieri?
  9. Ed invece in quale posto già visitato non tornereste?
  10. La meta del vostro prossimo viaggio?

Rispondo per prima alle mia domande 😉

  1. In ordine di visita: Hurgada, Smarm El Sheik, Parigi, Barcellona, Cuba, Dublino, Madrid, Messico, Valencia, Siviglia , Londra (vista 2 volte con mia sorella e in partenza domani!).
  2. Ho adorato tanto Dublino ma il Messico (Riviera Maya) mi è rimasta nel cuore!
  3. Di solito preferiamo visitare ogni volta un posto diverso, ma ci sono delle eccezioni, tipo a Sharm El Sheik ci siamo stati 2 volte e se non fosse per la situazione critica che c’è ora sarebbe una meta annuale per noi… Speriamo di tornarci presto!
  4. Tornerei a Parigi solo per tornare a mangiare in questo Bistrot a Montmartre: Le Jardin d’en Face. Locale piccolissimo come è piccola la cucina a vista. Un solo cuoco, una sola cameriera (penso marito e moglie). Piatti semplici e buonissimi, la carne migliore mai mangiata. Andate a cercarlo su TripAdvisor e segnatevelo se passate di li!
  5. Sono molto più per le vacanze al caldo e al mare (spiaggia, sole, relax!), ma adoro visitare le città europee per vedere le diverse realtà.La montagna invece non la adoro o almeno non amo molto il freddo. img_6260
  6. In ogni posto devo comprare una calamita per il frigo della mamma e per mio papà la mitica palla con la neve!
  7. Quando viaggio devo sempre avere il mio ebook, perchè leggo molto in aereo anche nei viaggi corti e se invece sono lontano al caldo, leggo molto anche sotto l’ombrellone.

    Processed with MOLDIV
    Processed with MOLDIV
  8. Spero di tornare presto in Riviera Maya, in Messico. Non pensavamo ci fosse così tanto da visitare, tutto bellissimo! Spero di poter visitare molto di più la prossima volta che ci torneremo!
  9. Sinceramente Parigi oltre il cibo e Disneyland non mi ha dato molto e anche Valencia mi è piaciuta ma non tornerei per un’altra visita.
  10. Prossimi viaggi: Londra giusto domani mattina e Lisbona a fine gennaio! img_7810

 

Le mie nomine:

img_7939