Chiuso per … Caraibi!

Risultati immagini per chiuso per vacanze

Finalmente ci siamo! Domani mattina presto abbiamo il treno per Malpensa e poi si vola via, verso i Caraibi!
Prenderò sole e caldo, farò tanti bagni in quel bel mare e berrò un buonissimo cocktail pensando a voi, ve lo giuro!
Intanto vi mando un abbraccio virtuale e ci risentiamo lunedì 27 febbraio, quando sarò un pò più abbronzata ma sicuramente un pò più triste..

Ho pronto il mio quadernino dove mi segnerò tutto quello che può interessarvi per un futuro viaggio a Bayahibe, tutto sul Viva Wyndham Dominicus Beach dove alloggeremo e sull’escursione all’Isola di Saona che sicuramente faremo.
Al mio ritorno vi racconterò tutto! Perciò ciao a tutti! E fate i bravi 😉

Risultati immagini per isola di saona

Wanderlust e i Caraibi… Meno 10!

Risultati immagini per viva dominicus beach

La Sindrome di Wanderlust è quel desiderio incontrollato di partire e vedere il mondo.

Sicuramente è la nostra malattia, non ci sono dubbi, perchè di solito mentre siamo ancora in viaggio da qualche parte pensiamo già a dove potrebbe essere la prossima meta. E penso che per questa sindrome l’unica cura sia proprio viaggiare!

Lo scorso anno siamo riusciti a vedere il Messico (anche se non siamo del tutto soddisfatti e vorremmo tornarci per vedere tutta la bellezza che ci siamo persi) e poi un bel tris di città Europee: Valencia, Siviglia, Londra. Da non dimenticare un bellissimo week-end in Toscana, tra Siena e San Gimignano.

Anche quest’anno iniziamo con una bella vacanza al caldo, in concomitanza con il compleanno di Ruggero che voleva “scappare” dalla routine di tutti i giorni per festeggiare sotto una palma e con un buon cocktail in mano.

La nostra scelta è stat forse la più banale, ma la migliore proprio dal punto di vista di quello che desideravamo: tanto sole, spiaggia bianca, mare azzurro. Tanto relax e un All Inclusive che aiuta molto a rilassarsi (cibo e bevande per 24 h al giorno!).
Adoro questo tipo di vacanze super rilassanti, dove se vuoi ti alzi dal lettino per le numerose attività che gli animatori propongono, ma se preferisci rimani a leggere e a goderti sole e mare tutto il giorno senza dover guatdare l’orologio per una settimana!

La nostra scelta di villaggio è stato il classico Viva Dominicus Beach, un villaggio tutto italiano molto grande e dove si può trovare di tutto, dai negozietti di souvenir ad una discoteca per potersi divertire tutte le notti.
Ha tantissime camere divise in standard, superior e bungalow, dove quasi sicuramente saremo noi.  L’hotel dispone di 3 piscine, 3 bars, un snack bar, una disco-bar e diversi ristoranti: ristorante principale con buffet e vari ristoranti a la carte specializzati in cucine locali e internazionali, prenotabili con un piccolo supplemento.
Insomma, non dobbiamo pensare a nient’altro che a rilassarci e a pensare solo a noi stessi! E non vedo l’ora! Non solo per vedere un mare e un luogo nuovo, ma anche per poter passare una bella settimana insieme a Ruggero, solo noi due con uno magnifico sfondo.

Sicuramente faremo almeno un’escursione, alla più famosa isola di Saona, una piccola isola in cui abitano meno di 500 persone che vivono prevalentemente di pesca. Le spiagge sono lunghe e immacolate. Non vi sono strutture alberghiere e possibilità di pernottarvi, per questo motivo la sua bellezza è rimasta intatta con il passare del tempo e dalle foto che ho visto deve essere davvero il paradiso!

Risultati immagini per isola di saona

Al nostro ritorno vi racconterò tutto, sia delle nostre escursioni che della vita nel villaggio.
Mancan solo 10 giorni che saranno i migliori, perchè passeranno tra valige, costumi e solari.. Dobbiamo ancora scegliere cosa portare ma due cose sono già pronte: i libri da leggere in viaggio e la musica sugli iPod da ascoltare sul lettino prendendo il sole con un cocktail in mano… Mi faccio invidia da sola! 🙂

Voi ci siete mai stati a Bayahibe? avete storie da raccontarmi o consigli?

Risultati immagini per viva wyndham dominicus beach

 

 

#Wanderlust Tag

La Sindrome di Wanderlust è la malattia del viaggiatore e di tutti coloro che non riescono a stare fermi in un posto e sentono l’irrefrenabile desiderio di esplorare il mondo, di vedere luoghi nuovi e di conoscere nuove culture.

Una “malattia” che conosco molto bene, visto che quest’anno siamo riusciti a volare via ben 4 volte e in 6 anni che stiamo insieme siamo a quota 12 viaggi in giro per il mondo.

Da qui nasce la voglia di un Tag sui viaggi e per tutti i viaggiatori!

Queste le semplici regole:

  • Nominare chi ha ideato questo Tag: Iris & Periplo Blog
  • Utilizzate la foto qui sopra e aggiungete nei tag #wanderlusttag (sarà più semplice leggervi tutti!)
  • Rispondete alle 10 domande e se ne avete voglia utilizzate le foto dei vostri viaggi
  • Nominare almeno 3 blog

Queste le domande:

  1. Per prima cosa: dove siete stati fin’ora?
  2. Qual’è la città o paese più bello dove siete stati?
  3. Siete stati più di una volta nello stesso posto o preferite visitare ogni volta un posto nuovo?
  4. Consigliatemi il miglior locale (ovunque nel mondo) dove siete stati a mangiare.
  5. Siete per le vacanza al mare, in montagna o per le città?
  6. Qual’è il souvenir che non mancate mai di portare a casa?
  7. Nella vostra valigia cosa non manca mai?
  8. In quale luogo già visitato ritornereste volentieri?
  9. Ed invece in quale posto già visitato non tornereste?
  10. La meta del vostro prossimo viaggio?

Rispondo per prima alle mia domande 😉

  1. In ordine di visita: Hurgada, Smarm El Sheik, Parigi, Barcellona, Cuba, Dublino, Madrid, Messico, Valencia, Siviglia , Londra (vista 2 volte con mia sorella e in partenza domani!).
  2. Ho adorato tanto Dublino ma il Messico (Riviera Maya) mi è rimasta nel cuore!
  3. Di solito preferiamo visitare ogni volta un posto diverso, ma ci sono delle eccezioni, tipo a Sharm El Sheik ci siamo stati 2 volte e se non fosse per la situazione critica che c’è ora sarebbe una meta annuale per noi… Speriamo di tornarci presto!
  4. Tornerei a Parigi solo per tornare a mangiare in questo Bistrot a Montmartre: Le Jardin d’en Face. Locale piccolissimo come è piccola la cucina a vista. Un solo cuoco, una sola cameriera (penso marito e moglie). Piatti semplici e buonissimi, la carne migliore mai mangiata. Andate a cercarlo su TripAdvisor e segnatevelo se passate di li!
  5. Sono molto più per le vacanze al caldo e al mare (spiaggia, sole, relax!), ma adoro visitare le città europee per vedere le diverse realtà.La montagna invece non la adoro o almeno non amo molto il freddo. img_6260
  6. In ogni posto devo comprare una calamita per il frigo della mamma e per mio papà la mitica palla con la neve!
  7. Quando viaggio devo sempre avere il mio ebook, perchè leggo molto in aereo anche nei viaggi corti e se invece sono lontano al caldo, leggo molto anche sotto l’ombrellone.

    Processed with MOLDIV
    Processed with MOLDIV
  8. Spero di tornare presto in Riviera Maya, in Messico. Non pensavamo ci fosse così tanto da visitare, tutto bellissimo! Spero di poter visitare molto di più la prossima volta che ci torneremo!
  9. Sinceramente Parigi oltre il cibo e Disneyland non mi ha dato molto e anche Valencia mi è piaciuta ma non tornerei per un’altra visita.
  10. Prossimi viaggi: Londra giusto domani mattina e Lisbona a fine gennaio! img_7810

 

Le mie nomine:

img_7939

Siviglia: Consigli?

Risultati immagini per siviglia

Domenica partiremo per Siviglia!! Staremo via solo 3 giorni, giusto il tempo per vedere e visitare le principali attrazioni. In questi giorni sto preparando il nostro itinerario e come sempre vi chiedo consigli su cosa vedere e visitare o se avete un posticino carino dove mangiare che potete suggerirmi. Accetto tutto! Se avete scritto qualcosa su Siviglia mi piacerebbe tanto leggerlo, perciò lasciatemi i link! Grazie! 🙂

 

Come ti organizzo la vacanza…TAG

organizzo-vacanza-tag

Adoro i Tag sui viaggi e Neogrigio lo sa benissimo, infatti lo ringrazio per avermi nominato per questo nuovissimo Tag ideato da lui.

Questo TAG ha la finalità di offrire preziosi consigli sulla programmazione e organizzazione di una vacanza e altre curiosità che potrebbero rivelarsi utili, aspetti pratici che magari per qualcuno saranno scontati ma che per altri potrebbero rivelarsi importanti.

Un TAG di pubblica utilità insomma, o almeno spero.

Le regole del TAG sono sempre le stesse:

  • Riportare la foto del TAG;
  • Citare l’ideatore del TAG Neogrigio;
  • Citare il blogger che vi ha nominato;
  • Rispondere alle domande;
  • Nominare 10 blog amici, preferendo chi ama viaggiare.

LA SCELTA

In base a cosa scegliete la meta? 

Per i viaggi in Europa la scelta è presa prima di tutto dalle offerte che troviamo per i voli. Comunque il prezzo incide molto in tutte le scelte, se potessi sennò sarei già alle Maldive!

Quanto tempo prima organizzate la vacanza?

Anche quello va in base a quando troviamo le offerte. Per Londra abbiamo prenotato a maggio per novembre grazie ad un’offertona. Sennò prenotiamo anche un mesetto prima o è successo di prenotare anche una settimana prima (in Egitto) sempre grazie ai last minute.

Prima di partire vi documentate sulle cose da fare e da vedere o andate all’avventura?

Io adoro studiare un paese o una città quando decidiamo di visitarla. Ho imparato di più viaggiando che sui libri di scuola. Mi piace studiare la storia e la zona geografica della città che visito, come la gastronomia!

Vi  fornite di una guida? Se si quale e perché?

Parto sempre con una mini guida confezionata con le mie mani, proprio perchè mi piace studiare un paese prima di visitarlo, mi segno sempre tutti i luoghi da visitare, tutti i locali dove mangiare o bere. Per me è un vero divertimento! Leggo mille blog e mi segno tutto!

DOVE DORMIRE

In vacanza  in che tipo di struttura  preferite alloggiare?

In Europa sempre hotel, di solito dei 3 stelle. Nei viaggi al caldo di solito pernottiamo sempre in villaggi all inclusive. Sono diventata una signora! 🙂

Qual è il servizio che non deve assolutamente mancare nel vostro alloggio?

La cassaforte, per tenere documenti, soldi ecc. E’ la prima cosa che chiediamo.

Come siete soliti  prenotare l’alloggio?

Ormai Booking è per noi l’abitudine per i viaggi in Europa, comunque anche per gli altri viaggi sempre tramite internet.

TRASPORTI

Dove acquistate i biglietti?

Per gli aerei direttamente dal sito Ryanair, per le metro dipende se conviene comprare l’abbonamento via internet prima di partire, sennò direttamente nelle città quando ne abbiamo bisogno.

Che mezzo preferite per viaggiare?

Aereo sempre e comunque. Per me una delle più belle sensazioni e quando l’aereo decolla e ti porta in vacanza!

Per i voli quale compagnia siete soliti scegliere?

Per i viaggi in Europa usiamo solamente Ryanair, che da Pisa (l’aereoporto più vicino a noi) ne partono molti e per molti paesi d’Europa. In più ha sempre molte offerte e ci permette di differenziare sempre la nostra vacanza.

In caso di scali  che tipo di biglietto acquistate? Unico o a tratte?

Sempre biglietto unico, meno sbattimento per noi.

IN TASCA E IN VALIGIA

Cosa non deve mai mancare in valigia?

Macchina fotografica, passaporto e mutande di ricambio! 😀

Come vi organizzate se visitate un paese con moneta diversa dall’euro?

Cambiamo sempre i soldi quando arriviamo in città, di solito preleviamo direttamente dai bancomat pochi soldi alla volta, sempre il giusto senza esagerare perchè poi sarebbe complicato ricambiarli e con il cambio di solito si perde sempre qualcosa.

Dove siete soliti custodire i documenti ed i soldi?

Sempre in cassaforte, la azioniamo appena arriviamo in hotel e mettiamo tutto li.

Internet?

In Europa lo uso sempre, adesso addirittura il mio operatore non ha prezzi aggiuntivi per internet perciò ben venga! Nei posti lontani faccio a meno di internet per una o due settimane, sto bene lo stesso.

Una app da viaggio?

Nelle città uso Google Maps, che mi aiuta anche con gli itinerari a piedi e TripAdvisor per cercare ristoranti e trattorie vicino a me.

IN VACANZA…

… in cosa spendete maggiormente i soldi?

Cibo e Souvenir!

… dove e come preferite mangiare?

Cerco sempre i locali più tradizionali del paese che visito cercando tutti i piatti più particolari e popolari. Mai e poi mai fast food!

…il rituale che non manca mai

I rituali in ogni paese e città sono due: io colleziono magliette dell’Hard Rock, una per ogni città e invece mio papà colleziona piccole palle con la neve e ovunque vado le cerco per portargli a casa un bel ricordo!

FORSE NON SAI CHE / CONSIGLI SPASSIONATI 

Viaggiare fa bene alla salute, insegna molto, mantiene in forma e rilassa la mente e il corpo. Il mio consiglio è: Viaggiate! Viaggiate sempre! Spero un giorno di pubblicare un piccolo mio eBook con itinerari e consigli di viaggio! 

Nomino:

 

Raccontatemi la vostra Valencia

Risultati immagini per valencia

Siete tornati tutti dalle vacanze? Siete tornati alle vostre faccende, al vostro lavoro, a sognare le prossime vacanze? Bene, ora tocca a me! 😀

Alla fine di settembre finirò il contratto di lavoro estivo e ci siamo già organizzati le vacanze autunnali/invernali. Oggi vi svelo la nostra prima vacanza: VALENCIA!

Tra 28 giorni prenderemo un’aereo Ryanair per passare qualche giorno in questa bellissima città Spagnola. Me ne hanno parlato tutti molto bene e adoro la Spagna, perciò non vedevo l’ora di visitarla.

Risultati immagini per valencia

Visto che sto cominciando a preparare una guida di cosa vedere, dove andare e cosa mangiare e bere, mi piacerebbe un aiuto da voi, che mi siete sempre di grande aiuto per queste cose.

Vorrei mi diceste il posto più bello che avete visitato, anche il più strano o “nascosto”. Il miglior bar o ristorante dove avete mangiato Paella, Tapas e quant’altro! Cosa non bisogna assolutamente perdersi, o qualche consiglio che vi viene in mente. Insomma tutto! Soprattutto, se avete scritto qualche articolo su Valencia, mi piacerebbe leggerli, perciò magari lasciatemi i link e andrò sicuramente a curiosare.

Intanto io continuo la ricerca di itinerari dal web, aspettando i vostri suggerimenti!

Valencia arriviamo! 🙂

Risultati immagini per valencia

Mercanti Viaggi e vinci 10 Tequile!

Mercanti Viaggi è l’agenzia Italo-Messicana che abbiamo scelto per la nostra unica escursione durante la settimana di vacanza in Messico. Escursione che non dimenticheremo mai, sia per la bellezza dei posti visitati, sia per Marlon, un buon amico e una ottima guida!

Abbiamo prenotato la giornata al Chichen Itza dall’Italia, messaggiando con Silvia, la moglie di Marlon, persona di una cortesia e disponibilità invidiabile. Con lei concordiamo il tipo d’escursione, il prezzo, giorno e ora, in modo che siamo partiti tranquilli con già la conferma. Non bisogna anticipare nulla, si paga a Marlon quando ti passa a prendere o comunque durante la giornata insieme.

Alle 7,15 di martedì mattina, puntualissimi, arrivano al nostro villaggio Marlon, la nostra guida e Josè autista del minivan, per prelevarci. Mentre andiamo a prendere altre 3 coppie (eravamo solo 8 persone! , Marlon vuole conoscerci, per cominciare ad instaurare un buon rapporto. Una volta finito il giro di recupero si parte per il viaggio verso il Chichen Itza, prima tappa della giornata. Siccome ci sono almeno 2 ore da passare li seduti, Marlon ci intrattiene raccontandoci di lui e della sua vita per prima cosa per metterci tutti a nostro agio e far si di conoscerci per stare bene insieme in quella giornata, e poi spiegandoci della giornata che ci attende, con tutta la professionalità di una guida, insieme alla simpatia di un amico, cosa che lo distingue da una normale guida di questi tour. Per aiutarci a tenere a mente le cose più storiche e difficili metteva in palio 10 tequile (per le più difficili anche 20 !) che alla fine del tour ci ha invitato a berle al bar del nostro villaggio All-inclusive! (che furbo!).

Durante tutta la giornata sul van c’era a disposizione di tutti acqua fresca (nel frigo portatile pieno di ghiaccio) e i biscotti alla cannella “della nonna” (confezionati, da supermercato, ma comunque buonissimi!).

Grazie alle spiegazioni di Marlon durante il viaggio, abbiamo potuto visitare il Chichen Itza con più tranquillità che altri tour, perchè giustamente ascoltare una guida sotto il sole cocente per 15-20 minuti è terribilmente stressante! Invece così, Marlon ci ricordava giusto il necessario (anche grazie alle tequile da vincere!) e potevamo goderci lo spettacolo delle rovine senza morire di caldo (e di caldo ce n’era veramente tanto ma noi da grandi guerrieri siamo riusciti a resistere!).

L’eroe della giornata è KUKULKAN, il Dio serpente piumato, divinità protettrice dei sacerdoti a cui è dedicata la piramide  (o el castillo). In giro per il Chichen Itza a gridare KUKULKAN KUKULKAN, rimasto nostro incitamento per tutta la giornata (anche a casa ogni tanto lo recitiamo!). Il sito di Chichén Itzá è stato dichiarato patrimonio dell’umanità UNESCO  nel 1988, e nel 2007 è stato inserito tra le nuove sette meraviglie del mondo. Tutto il complesso di rovine Azteche e Maya è lungo 8 km (misurato da Marlon con un contapassi), quasi tutto sotto il sole, una faticaccia che per fortuna viene ricompensata dalla bellezza che ti circonda. Anche scoprire che battendo le mani davanti alla piramide, quest’ultima “risuona”, un’emozione indimenticabile!

Dopo la visita e un pò di shopping tra gli artigiani presenti nelle vie del sito, si ritorna sul van alla volta del bellissimo Cenote Yokdzonot, un Cenote fuori dal tipico giro turistico, infatti quando siamo arrivati c’erano nemmeno una decina di persone, tra l’altro gente del posto, a fare il bagno, che sono andati via mentre ci preparavamo noi. Non trovo le parole per descrivervi la bellezza del Cenote. E’ un posto tranquillo, con dei colori fantastici, una meraviglia nuotare in questo piccolo laghetto di acqua piovana, profondo 44 metri! Il miglior modo di rinfrescarsi e riposarsi dopo una faticosa mattinata sotto il sole.

Il Cenote fa parte di una cooperativa di una comunità Maya, di cui fa parte  anche un ristorantino tipico dove abbiamo pranzato e anche li eravamo solo noi 10 (8 turisti, Marlon e Josè). Non avete idea delle bontà che abbiamo potuto mangiare! E’ stata l’opportunità per poter assaggiare la vera cucina messicana! Su consiglio di Marlon abbiamo assaggiato la zuppa di lime, con fili di Tortillas fritti e un cucchiaio di riso, buonissima! So che non la mangerò mai più così gustosa come quella!

E poi ci hanno cucinato una specialità: La Cochinita Pibil, il piatto tradizionale della penisola dello Yucatan, con origini Maya. E’ il maialino da latte, avvolto in foglie di banano con altri ingredienti e cotto con cottura lenta in una marmitta sotto terra nella brace. Viene servita con cipolle rosse caramellate e una salsa verde piccante. Ecco, questa è la pietanza migliore che io abbia mangiato durante la vacanza in Messico! Assaporata come se fosse la prima e l’ultima volta (spero di no!). Ci hanno servito anche delle empanadas al formaggio e da bere birra Sol in bottiglia e infuso freddo di Cardamomo (dissetante!).

Mi sono dimenticata di dire che quello giorno era il compleanno di Josè, il nostro carinissimo autista (che non parlava italiano ma ci si capiva benissimo!), e Marlon gli ha fatto preparare una torta con candeline a sorpresa di tutti. Bellissimo sentire cantare la canzone per il buon compleanno tipica della zona. Tra l’altro la torta molto buona! E per finire Josè ha offerto la Tequila per tutti (questa volta vera!) con sale e lime. E’ stato proprio bello pranzare in questa cooperativa Maya, chiacchierare tra di noi come se ci fossimo conosciuti da anni, vivere a pieni polmoni la vera cultura.

Finito di mangiare, bere e festeggiare, con la palpebra che cala e il Mal Del Puerco (quando viene sonno dopo mangiato) ce ne torniamo sul van per andare alla nostra ultima tappa, Valladolid. Ma prima, appena fuori dalla Cooperativa, troviamo una capanna di una curatrice che prepara con le sue mani medicine naturali, dove ci siamo fermati per dare un’occhiata e siamo venuti via tutti con qualche unguento o mix di erbe (io ho comprato un vasetto di arnica!).

A Valladolid abbiamo fatto visita in un negozietto, dove ci hanno fatto assaggiare il Mezcal e un liquore Maya buonissimo (che ovviamente abbiamo portato a casa) e ci ha lasciato 45 minuti circa per fare un giro per il paese. Anche se eravamo ormai stanchi, abbiamo fatto un giro nella Cattedrale del paese (cattedrale di San Gervasio) e per la Piazza, osservando gli abitanti che conservano ancora le proprie tradizioni, visibili soprattutto nell’abbigliamento femminile.

Alla fine, durante il rientro, Marlon ha creato un gruppo WhatsApp con tutti noi, dove ci ha mandato le foto fatte da lui, compresi i selfie che abbiamo fatto al Chichen Itza e al Cenote e ancora adesso ogni tanto qualcuno manda un messaggio, per mantenere aperto il ricordo di quella bellissima giornata ancora per un pò.

Grazie a Marlon e alla Mercanti Viaggi, il nostro viaggio in Messico è stato un’esperienza meravigliosa, che non dimenticheremo mai! Ci è anche dispiaciuto fare una sola escursione, ma speriamo di tornare nei prossimi anni e passare altre giornate come queste insieme a loro! Porteremo per sempre con noi il ricordo di questi luoghi magici e delle persone meravigliose che abbiamo conosciuto. Grazie alla professionalità, preparazione e alla simpatia di Marlon, che fa questo lavoro con tutto l’amore che ha per questi posti e riesce a trasmetterti la sua vitalità e la sua passione.

Nemmeno a dirlo che se organizzate una vacanza in Riviera Maya, dovete contattare questa Agenzia per le vostre escursioni e mi ringrazierete! Anzi, vi lascio anche i link dove potete trovarli, così li potete conoscere meglio. Se, come me, cominciate a seguirli su Facebook, vi faranno venire voglia di essere li tutti i giorni! Che Nostalgia! Ciao Marlon! 🙂

Sito Web Mercanti Viaggi

Pagina Facebook

Recensioni Tripadvisor

Mercanti Viaggi logo

 

 

Viva Wyndham Maya, Playacar, Mexico

IMG_2316

Siamo stati in questo villaggio dal 7 al 14 aprile 2016 con l’agenzia PressTour, posizionato a Playacar (quartiere hotelero e residenziale di Playa del Carmen), una vacanza stupenda!

 

Arrivati nella serata, fatto check in in super velocità e con gentilezza dallo staff che parla anche Italiano, ci hanno dato una stanza al piano terra nelle palazzine davanti al ristorante Messicano.La stanza spaziosissima, con due letti da una piazza e mezza, bagno enorme con doccia, frigo e cassaforte (2€ al giorno da pagare in reception al check out) e una porta finestra che dava su un praticello. Tutto pulitissimo (così come in tutti i giorni che siamo stati li, grazie a tutto il personale delle pulizie).

La prima sera, visto che eravamo in ritardo per poter mangiare al ristorante a Buffet La Terrazza,abbiamo approfittato del Buffet della piscina, aperto tutta la notte. Tutto buono e vario, sfornano ottime pizze, hamburger, patatine fritte, cibo messicano ecc. a qualsiasi ora, con Tortillas e  Guacamole il vero top! In Italia mai mangiate così buone (ci mancano già!). IMG_1800.JPG Il giorno dopo abbiamo scoperto il resto del Resort, piccolo per quelli dove eravamo stati in precedenza ma a misura d’uomo, essenziale in ogni sua parte, il ristorante a Buffet principale, La Terrazza molto grande ma il cibo non ne risente affatto e soprattutto quello Messicano, buonissimo.

La spiaggia grande e pulita , ogni mattina passava il trattore per togliere le poche alghe che abbiamo visto, lettini non ne mancano e si può scegliere tranquillamente se stare al sole o comodi sotto gli ombrelloni e palme. Il mare è stupendo, anche se nei sette giorni che siamo stati era sempre un pò agitato.. Ma è comunque Mare Caraibico e non ha prezzo!

Sempre tanto sole cocente ma con cielo sempre nuvolato (Messico e Nuvole mica per niente!) e con il vento che non ti fa sentire il caldo (ed infatti mi sono bruciata il primo giorno!). Solo il secondo giorno abbiamo assistito alla tipica pioggia caraibica, durata una mezz’oretta e facendoci assistere ai bellissimi colori di mare e cielo.img_3724

I giardini del villaggio sono tanti e molto verdi e ci sono tanti simpatici animali che girano liberi per il resort e per la spiaggia.

I bar sono due, uno in piscina e l’altro nel complesso centrale dove vieni servito in modo veloce e gentile,consiglio quello vicino alla reception che fa anche ottimi caffè e cappuccini. .Una menzione particolare va ai baristi che lavorano a ritmi serratissimi (considerate che l’utenza è all’80% canadese e statunitense… non aggiungo altro! ).

I ristoranti alla carta, prenotabili gratuitamente alla reception, sono 4. Noi siamo stati al Viva Cafe’, con cucina internazionale, dove abbiamo mangiato bene, Hacienda Don Diego, il ristorante Messicano, dove abbiamo mangiato veramente bene, il migliore di tutti! E il Portofino , cucina mediterranea, dove cercano di imitare la cucina Italiana ma non ci ha soddisfatto per niente … Qualità molto bassa (magari per un canadese va bene, ma per noi…). Il ristorante Italiano Miramare invece non lo abbiamo provato.

Wifi disponibile gratuitamente nella zona reception ma comunque lentissimo (io non sono mai riuscita ad utilizzarlo)… in alternativa si può comprare a 37 dollari il wifi veloce (che ha preso Ruggero) che ha ricezione in tutta la struttura, comprese camere, bar, piscina e spiaggia.

Consiglio questo Resort sia per le coppie, sia per amici e famiglia. Vicinissimo alla Quinta Avenida, la via più famosa e turistica di Playa del Carmen piena di negozi e locali a meno di due km a piedi o prendendo un taxi, appena fuori il villaggio, per 90 pesos (meno di 5 Euro).

L’animazione sempre presente ma mai invasiva, tanti ragazzi capaci di coinvolgere nelle varie attività previste per la giornata, tra cui risveglio muscolare, acqua gym, freccette, step, zumba, pallavolo, bocce e lo spettacolare trapezio. In più alla sera si trasformano in un vero e proprio corpo di ballo professionale per gli spettacoli al teatro all’aperto (grazie anche a loro).

Alla reception vi è un banco adibito alle varie escursioni, noi, però, abbiamo optato per  la Mercanti Viaggi (si può trovare tranquillamente su Google o Facebook ), un’agenzia Italo-Messicana con cui fare i tour più belli ad una qualità più alta delle altre agenzie, con cui abbiamo prenotato direttamente da casa e che ci hanno fatto stare benissimo. Ma di questo parlerò in un’altro post!

Questa recensione è scritta da Ruggero per Tripadvisor e da me adattata per il blog. 🙂

Ho cercato di aggiungere più foto possibili perchè secondo me parlano più delle parole. Bellissimo il Messico! Come manca!

IMG_2120.JPG

Messico e Nuvole! 

 Il Messico! Un paese meraviglioso per una vacanza veramente perfetta! Forse l’unico neo è che una sola settimana è veramente poca per poter vivere a pieno le bellezze messicane.. Ma ci si accontenta, segnando cosa vedere in una prossima futura vacanza in Mexico!

  
Abbiamo soggiornato al Viva Wyndham Maya, a Playacar, un quartiere controllatissimo con villaggi e villette e ad un passo da Playa del Carmen e la famosa 5^ Avenida.

  
Abbiamo prenotato con la Press Tour e questa è stata la prima sorpresa. Non che a Cuba siamo stati male con Presstour, ma in Messico siamo stati trattati benissimo, il ragazzo dell’agenzia, Luca, merita un trafiletto perché ha fatto benissimo il suo lavoro, sempre presente per ogni problema o domanda ma mai assillante, come sono tanti tour operator. A lui bastava sapere che stavamo bene ed eravamo contenti 🙂

  
Il mare davanti al Viva Wyndham Maya e comunque in tutta la spiaggia di Playacar, è spettacolare. Sarei rimasta a guardarlo per ore, con dei colori bellissimi che con il bianco della sabbia creavano un’atmosfera caraibica favolosa.

  
Ovviamente abbiamo passato quasi tutta la settimana in spiaggia, a rilassarci e ustionarci! E io mi sono bruciata subito il primo giorno! Così ho passato la settimana in T-shirt bianca e sotto l’ombrellone! Ma mi sono abbronzata lo stesso! 😉

  
Nel tardo pomeriggio andavamo a Playa del Carmen, a passeggiare tra i negoziati di souvenir e i vari locali e ristorantini messicani della 5^ Avenida.

  
In una settimana abbiamo deciso di fare una sola escursione, ma come dicevo prima, ne avremmo fatte tante altre, c’è veramente tanto da vedere lungo la Riviera Maya! Comunque ci siamo affidati ad una agenzia della zona, la Mercanti Viaggi e abbiamo passato una giornata magica!

  
Ho adorato, oltre mare e spiaggia, la natura incontaminata e gli animali in libertà. Tante iguane, aguti, scoiattoli, pellicani e pure gatti! Tutti in giro per il villaggio! Bellissimo!

  
Questa vacanza, come le altre alla fine, ci rimarrà nel cuore, una di quelle vacanze perfette, dove tutto è andato bene e come doveva: villaggio molto bello, mare meglio di quello che pensavo, escursione perfetta, Playa del Carmen che non delude. Anche il tempo è stato dalla nostra, sempre bellissimo e caldo, con tante nuvole che giravano (e li capisci il senso della canzone Messico e Nuvole). Solo il secondo giorno ha piovuto per una mezz’oretta, tipica pioggia caraibica, ma c’erano dei colori meravigliosi che anche quella era perfetta!

  
Questo è solo il primo post sul Messico. Con calma ne preparerò altri con tante foto e molti racconti della nostra vacanza. Ho voglia di raccontarvi tutto! W il Mexico! W la Tequila! 😊