#recensione Il Regno del Fuoco (Le Cronistorie degli Elementi Vol. 3), Laura Rocca

ANNO: 2017

PAGINE: 526 (Versione Kindle)

TRAMA

L’animo di Celine non potrebbe essere più sereno: Aidan ha finalmente accettato di vivere il sentimento che li unisce e nel Regno del Fuoco le protezioni sono ancora integre.
A pochi giorni dalla partenza per la nuova spedizione, però, le cose si complicano. Serve un nuovo volontario per il posto vacante di guaritrice, ma alle selezioni si presenta solo Kaina, e la regina, nonostante il disappunto, è obbligata a portarla con sé.
La missione si rivela da subito ostica. Gli Spiriti degli Elementi sembrano non aver apprezzato la testardaggine della ragazza e, nonostante il suo impegno, non le concedono più udienza, la privano della loro guida e la gettano nello sconforto. Legarsi ad Aidan è stato un errore?
Altre ombre si addensano segretamente sul suo destino. Urchaid, servo fidato di Fàs, ha stretto un’alleanza con una persona molto vicina a Celine: il nemico la vuole e farà di tutto per averla.
Con il cuore e la mente persi in un groviglio di emozioni destabilizzanti, la regina si appresterà a combattere nuove battaglie e andrà alla ricerca della forza interiore perduta, quella che le permetterà di riacquistare la speranza.

Questo è il terzo volume della saga de Le Cronistorie degli Elementi, raccolta scritta e pubblicata da Laura Rocca, una bravissima scrittrice emergente di Genova.
Adoro questa saga fantasy, i personaggi sono ben definiti e i luoghi descritti ottimamente.
E’ sempre bello riuscire a far vagare la mente per quei posti meravigliosi e lottare insieme a Celine, Aidan e tutti gli altri per la pace sulla terra e per l’amore con la A maiuscola.
Piano piano alcune domande che ci siamo posti nei primi due romanzi vengono risolte, ma altri problemi arriveranno a sconvolgerci!
Non mancano i colpi di scena, ve lo posso assicurare, e non riuscirete a staccarvi da questa storia finchè non avetegirato fino all’ultima pagina.
Come dico sempre se arrivi a metà libro e sei combattuto tra il divorarlo per sapere come va a finire e leggerlo piano piano per paura che finisca troppo presto, allora si che è un’ottima lettura.
E questo è proprio quel genere di romanzo!
Se amate i fantasy è proprio il vostro libro, ma anche se amate i romanzi rosa non rimarrete delusi dalle tante storie d’amore.
In più ci sono combattimenti, strategie, inganni. Insomma ce nè per tutti i gusti.
Complimenti a Laura anche per questo romanzo, sono uno più bello dell’altro e spero tanto che un giorno troverà una casa editrice degna di far conoscere a molta più gente questa magnifica Saga.

Se vi ha incuriosito il romanzo, lo potete trovare qui:

amazon.it

 

#recensione Non dirgli che ti manca, Alessandra Angelini

img_9393

ANNO: 2016

PAGINE: 446 (Versione Kindle)

TRAMA

Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…

Una storia diversa dalle altre e per chi legge tanti romanzi, anche con diverse storie di base sa che non è sempre semplice trovare qualcosa di differente e particolare.
Amo la musica, in particolare il rock, punk e la musica dal vivo e anche per questo ho sentito subito queste vicende vicine a me e la mio modo di essere.
Una storia originale anche se nel suo molto semplice, tutta italiana, ambientata nella bella Bologna.
Si parla di amore, amicizia e soprattutto di famiglia, non solo quella a livello parentale, di sangue, ma specialmente di quella che trovi sulla tua strada, quella che non lasceresti mai nei guai per nessun motivo.
Non mi piace scrivere cosa succede nello specifico nel romanzo, odio gli spoiler, ma mentre lo si legge si riesce a voler bene a tanti personaggi e anche ad odiarne qualcuno.. E questo è proprio un buon segno, vuol dire che la trama riesce a coinvolgere abbastanza da sperare ad una buona fine.
Direi una buona lettura, romantica e dolce dove comunque non mancano le complicazioni.
Ultima cosa: una scrittrice che conosce Stand by me dei Pennywise ha tutta la mia ammirazione!

Questo romanzo lo potete trovare qui:

amazon.it

 

Libri letti #gennaio2017


  1. Fine Turno, Stephen King
  2. A spasso con Bob, James Bowen
  3. Due fiabe, Roald Dahl
  4. Il marchio perduto del templare, Giuliano Scavuzzo
  5. Il volo dei gabbiani, Ginevra Tomas
  6. Non dirgli che ti manca, Alessandra Angelini

Ne avete letto qualcuno di questi anche voi?

#recensione Il Volo dei Gabbiani, Ginevra Tomas

ANNO: 2016

PAGINE: 260 (Versione Ebook)

TRAMA

Sullo sfondo di una Milano di periferia, quella del naviglio Martesana e della sua suggestiva unicità, Luca e Lucia scopriranno, attraverso l’esplorazione dei loro sentimenti e della sensualità, la forza di un legame a cui sembrano predestinati.
Una storia d’amore, d’amicizia e di affetti famigliari autentici in cui tre generazioni si confrontano attraverso vicende che, intrecciandosi, mettono a nudo un’ampia gamma di esperienze e di emozioni, dalla sofferenza più cupa alla passione più ardente, in un unico filo conduttore.

Finalmente un buon romanzo dove si parla veramente di amore.
L’amore da tutti i punti di vista, l’amore di tutte le età.
L’amore semplice, vero, tormentato.
Tutti possono innamorarsi ed ognuno di noi ha le sue esperienze alle spalle, belle o brutte che siano.
Sono rimasta molto coinvolta dalla storia e dai suoi personaggi fin dalle prime pagine.
Uno di quei libri che non vedi l’ora di leggere fino alla fine per conoscere tutte le vicende, ma nello stesso tempo non vorresti mai finirlo per non lasciare così presto questi personaggi a cui impari a voler bene.
Non voglio raccontare di più per non rovinarvi la sua storia, ma vi consiglio tanto di leggerlo!
Ho amato il modo di scrivere della scrittrice, semplice, pulito e lineare.
Un romanzo che mi ha emozionato, mi ha fatto ridere e non mi vergogno a dire che mi ha pure commosso tanto.
E’ riuscita davvero a catturare l’essenza dell’amore, dalla dolcezza dell’innamoramento al desiderio, fino all’attrazione sessuale.
Non manca proprio nulla in questo libro e faccio tanti complimenti alla scrittrice per questo bel romanzo d’esordio.

Lo trovate qui:

amazon.it

#recensione Il Marchio Perduto del Templare, Giuliano Scavuzzo

Il marchio perduto del templare

ANNO: 2016

PAGINE: 279 (in versione cartacea)

TRAMA

Nella Roma medioevale di Innocenzo III, una città in piena decadenza vessata dal malaffare e dal crimine, sei cavalieri templari, che durante la prigionia in Terra Santa hanno votato l’anima al diavolo, sono pronti a sacrificare due piccoli gemelli e a scatenare l’Apocalisse. Il loro capo, Lucifuge, ha bisogno di un antico libro, la Clavicula Salomonis, per compiere la cerimonia finale. Uno dei templari, Shane de Rue, ha però rubato e nascosto il prezioso grimorio, tradendo i suoi compagni e privandosi poi dei propri ricordi per impedire a chiunque di ritrovarlo. Ma le immagini di una battaglia cruenta in Terra Santa continuano a tormentarlo, come una maledizione. Solo Lilith, una strega dai poteri straordinari, potrebbe liberarlo dall’anatema che lo ha colpito: parola di Don Graziano, un prete che ha chiesto l’aiuto di Shane per fermare l’uccisione dei gemelli. Quando i due si recano al Colosseo per incontrare la donna, ecco che Lucifuge li sorprende…

Un buon romanzo, ben costruito, pieno di suspance e ricco di colpi di scena.
Un bel fantasy storico, che fa un pò rivivere le atmosfere di Assassin’s Creed.
Perfetto perciò a chi ama le ambientazioni storiche, dark , carico di azione e di avventura.
E’ bello girare con la mente nella vera Roma Medioevale, infatti è rappresentata benissimo e si capisce subito che lo scrittore ha davvero studiato la storia, i miti e le leggende di quel periodo.
Anche per questo riesci ad immergerti perfettamente nella trama, questa storia che piano piano rivela sempre qualcosa di più e non riesci a staccarti dalle pagine finchè non è finito.
Letto in due giorni, proprio avvincente con dei personaggi contorti e coinvolgenti.
Lo consiglio un pò a tutti, ma soprattutto a chi ama i romanzi storici. Complimenti!

Il romanzo lo si può trovare qui:

newtoncompton.it

Newton Compton Editori

#recensione A spasso con Bob, James Bowen

Risultati immagini per a spasso con bob libro

ANNO: 2012

PAGINE: 238 (in Ebook)

TRAMA

Quando James Bowen trova davanti alla porta del suo alloggio popolare un gatto rosso, rannicchiato in un angolo, impaurito e malato, non immagina quanto la sua vita stia per cambiare. James, ventisette anni, un passato di alcol e droga, non ha un lavoro né una famiglia su cui contare. Vive alla giornata per le vie di Londra, e raccoglie qualche spicciolo suonando la chitarra davanti a Covent Garden e nelle stazioni della metropolitana. L’ultima cosa di cui ha bisogno è un animale domestico. Eppure non resiste a quella palla di pelo, che subito battezza Bob. Pian piano James riesce a farlo guarire, e a quel punto lascia il gatto libero di andare per la sua strada, convinto di non rivederlo più. Ma Bob è di tutt’altro avviso: per nulla al mondo intende separarsi dal suo nuovo amico e lo segue ovunque. Instancabile. Finché a James non rimane che arrendersi. È l’inizio di una meravigliosa amicizia e di una serie di singolari, divertenti e a volte pericolose avventure che trasformeranno la vita di entrambi, rimarginando lentamente le vecchie ferite, anche quelle più profonde.

Non avevo dubbi che questo libro mi sarebbe piaciuto!
La storia di un gatto che cambia la vita in meglio è un racconto che conosco bene e in cui mi ci ritrovo.
Ma penso che sia così per tutti quelli che hanno un gatto in famiglia e che pensano che a loro manca giusto la parola (anche se si fanno capire benissimo!).
Mentre leggi il libro vuoi bene prima di tutto al gatto (e l’autore lo sa benissimo), ma sei vicino anche a James, che cerca piano piano di avere una vita migliore e tutto questo grazie a Bob.
E’ davvero una bella storia, racconta di una triste solitudine che Bob ha scacciato via dando posto a positività e responsabilità.
Bello anche per chi ama Londra, ho ritrovato tutti i posti più belli visitati e sinceramente quando qualche mese fa ci sono stata mi sono guardata in giro sperando di vederli e conoscerli (perchè sono sempre li a fare le stesse cose) ma invece nulla, peccato!
Il libro è scritto in modo semplice e sincero, tutto quello che racconta James viene proprio dal cuore, sia le belle che le brutte esperienze.
Vi avverto che se ancora non avete un gatto con voi, lo vorrete subito nella vostra famiglia dopo aver letto questo.
Se invece è già con voi, amerete quell’animaletto ancora di più.

Lo consiglio a tutti, grandi e piccini.

#recensione Fine Turno, Stephen King

Risultati immagini per fine turno stephen king

ANNO: 2016

PAGINE: 458 (eBook)

TRAMA

In un gelido lunedì di gennaio, Bill Hodges si è alzato presto per andare dal medico. Il dolore lo assilla da un po’ e ha deciso di sapere da dove viene. Ma evidentemente non è ancora arrivato il momento: mentre aspetta pazientemente il suo turno, infatti, Bill riceve la telefonata di un vecchio collega che chiede il suo aiuto, e quello della socia Holly Gibney. Ha pensato a loro perché l’apparente caso di omicidio-suicidio che si è trovato per le mani ha qualcosa di sconvolgente: le due vittime sono Martine Stover e sua madre. Martine era rimasta completamente paralizzata nel massacro della Mercedes del 2009. Il killer, Brady Hartsfield, sembra voler finire il lavoro iniziato sette anni prima dalla camera 217 dell’ospedale dove tutti pensavano che sopravvivesse in stato vegetativo. Mentre invece la diabolica mente dell’Assassino della Mercedes non solo è vigile, ma ha acquisito poteri inimmaginabili, tanto distruttivi da mettere in pericolo l’intera città. Ancora una volta, Bill Hodges e Holly Gibney devono trovare un modo per fermare il mostro dotato di forza sovrannaturale. E a Hodges non basteranno l’intelligenza e il cuore. In gioco, c’è la sua anima.

Con questo romanzo Stephen King conclude la trilogia di Mr Mercedes, la sua trilogia poliziesca di cui verrà tratta una Serie Tv diretta da Jack Bender, il regista di Lost e Under the Dome.
Dopo “Mr. Mercedes” e “Chi perde paga”, questa secondo il mio giudizio è una degna conclusione della storia di Bill Hodges e del suo cattivo rivale Brady Hartsfield.
Non posso assolutamente affermare che sia il miglior romanzo di King e, con orgoglio posso dire di averli letti tutti.
Ma come poliziesco, non proprio il suo genere di base, è scritto molto bene, ricco di elementi particolari e fuori dalla norma come più piace allo scrittore.
E non ci vuole molto per affezionarsi alle vicende del ex poliziotto in pensione, anche in questo terzo libro.
E’ un mix tra paranormale  e una tecnologia usata male, argomenti che Stephen King conosce bene e di cui ha già scritto in romanzi precendenti.
Niente spoiler, ma per me è una perfetta conclusione, magari un pò prevedibile ma comunque giusta.
Lettura piacevole, indispensabile se amate King come me e avete già letto i primi due capitoli, ma lo consiglio anche per chi si vuole avvicinare al mondo e alla scrittura del Re dell’horror, senza dover essere spaventati da pagliacci nei tombini! 🙂

Tutti i libri letti nel 2016

Risultati immagini per libri

Ciao a tutti, quest’anno per la prima volta, ho tenuto una lista di tutti i libri che ho letto. Per prima cosa era una mia personale curiosità sapere qualti libri riesco a leggere in un anno intero, in più vorrei stilare una lista con tutti i libri, consigliandovi i migliori (secondo mio gusto) che potreste magari leggere voi nel nuovo anno.

Ho letto in tutto 84 libri! Direi un bel numero, sono soddisfatta anche se speravo di arrivare ad un centinaio.. Ma una media di 7 libri al mese non è per niente male!

Lo scrittore che ho conosciuto quest’anno e che mi è rimasto nel cuore è Lorenzo Marone, ho letto tutti e due i suoi romanzi e non vedo l’ora che ne esca uno nuovo! Ve lo consiglio di cuore, scrive benissimo e arriva a toccare il cuore facendo ridere e sorridere.

Se vi piacciono i romanzi italiani vorrei consigliarvi anche delle nuove scrittrici, che trovate tutte su Amazon grazie alla auto-pubblicazione: Laura Rocca, Dalila Porta, Lorenza Bartolini, Antonella Sacco ed Eveline Durand. Adoro le nuove proposte, hanno sempre idee nuove e genuine per le loro storie. Se siete nuovi scrittori, vi ricordo che leggo e recensisco tutti i tipi di libri.

Stephen King per me è una cosa a parte, lo consiglio sempre a tutti ed è il mio scrittore preferito. Infatti i romanzi suoi più vecchi sono stati per me una rilettura, e tra tutti quelli che ho letto quest’anno vi raccomando di leggere almeno una volta Stagioni Diverse, Cujo e Pet Sematary.

Togliendo i romanzi di King, Lorenzo Marone (che vincono su tutti) e delle self-publishing, i 3 migliori libri che ho letto e che vi consiglio sono:

  • La Donna in Nero, Susan Hill
  • Splendi più che puoi, Sara Rattaro
  • Il mastino di Baskerville, Arthur Conan Doyle

Qui sotto invece trovate tutti gli 84 libri che ho letto. Fatemi sapere se ne avete letto qualcuno di questi e le vostre impressioni:

  1. La Zona Morta, Stephen King
  2. Orrori e Incubi, Artisti Vari
  3. Il curioso caso di Benjamin Button, F. Scott Fitzgerald
  4. L’incendiaria, Stephen King 
  5. Cujo, Stephen King
  6. Danse Macabre, Stephen King
  7. Uscita per l’inferno, Stephen King 
  8. L’uomo in fuga, Stephen King
  9. L’ultimo cavaliere, Stephen King
  10. Stagioni diverse, Stephen King
  11. Praticamente innocuo, Douglas Adams
  12. Mr Gwyn, Alessandro Baricco 
  13. Sindrome da cuore in sospeso, Alessia Gazzola
  14. Il corso delle cose, Andrea camilleri
  15. A partire dai nomi, Andrea Vitali
  16. Il mastino di Baskerville, Arthur Conan Doyle 
  17. Il negozio di dolciumi, Bella Andre 
  18. High & Dry. Primo amore, Banana Yoshimoto
  19. Il primo miracolo di George Harrison, Stefania Bertola
  20. Christine, Stephen King
  21. Il GGG, Roald Dahl
  22. Eleonora, Edgar Allan Poe
  23. Il sogno di un uomo ridicolo, Fedor Dostoevskij
  24. E disse, Erri De Luca
  25. Santa degli impossibili, Daria Bignardi 
  26. L’amore quando c’era, Chiara Gamberale 
  27. Il vecchio e il mare, Ernest Hemingway
  28. Orgoglio e Pregiudizio, Jane Austen
  29. Orgoglio, pregiudizio e Zombie, Seth Grahame-Smith
  30. Pet Sematary, Stephen King
  31. Unico indizio la luna piena, Stephen King
  32. Il Golem, Isaac B. Singer
  33. Il mondo alla fine del mondo, Luis Sepulveda
  34. Il talismano, Stephen King
  35. Favole al telefono, Gianni Rodari
  36. L’egoismo è inutile, George Saunders
  37. Il giardino di cemento, Ian McEwan
  38. La fabbrica delle mogli, Ira Levin
  39. L’occhio del male, Stephen King
  40. Il correttore di bozze, Francesco Recami 
  41. La grande amica, Catherine Dumme
  42. Sonno, Haruki Murakami 
  43. Inganno, Philip Roth
  44. Scheletri, Stephen King
  45. Il magico potere del riordino, Marie Kondo
  46. Mare al mattino, Margaret Mazzantini
  47. Roverandom, J.R.R. Tolkien
  48. Nessuno scrive al colonnello, Gabriel Garcia Marquez
  49. L’uomo che non ho sposato, Rossana Campo
  50. La narice del coniglio, Paola Mastracola
  51. London Angel, Piersandro Pallavicini 
  52. In uno specchio, in un enigma, Jostein Gaarder
  53. Io, te e la vita degli altri, Vincent Maston
  54. Il vecchio e il gatto, Nils 
  55. Tre ore di pura follia, Richard Matheson
  56. Io, la giraffa e il pellicano, Roaldh Dahl
  57. Un anno terribile, John Fante
  58. Kitchen, Banana Yoshimoto
  59. Furbo, il signor Volpe, Roald Dahl
  60. Se solo fosse vero, Marc Levy 
  61. Come finiscono le favole, Lisa Kleypas
  62. Il Vicario, cari voi, Roal Dahl
  63. La lista dei miei desideri, Lori Nelson Spielman
  64. Scala di ferro, George Simenon
  65. La magica medicina, Roald Dahl
  66. Diario di rondine, Amelie Nothomb
  67. Il mondo di Sofia, Jostein Gaarder 
  68. La tentazione di essere felici, Lorenzo Marone
  69. Compagno di sbronze, Charles Bukowski
  70. Agnes, Antonella Sacco
  71. Morango, Dalila Porta 
  72. Chi Perde Paga, Stephen King
  73. Splendi più che puoi, Sara Rattaro
  74. I dannati di Malva, Licia Troisi
  75. La grande menzogna, Antonella Sacco
  76. La tristezza ha il sonno leggero, Lorenzo Marone
  77. La rosa e il deserto, Lorenza Bartolini
  78. Il bazar dei brutti sogni, Stephen King
  79. Il regno dell’aria, Laura Rocca 
  80. La donna in nero, Susan Hill
  81. La rosa e l’oceano, Lorenza Bartolini
  82. Per una cipolla di Tropea, Alessandro Defilippi
  83. Harry Potter e la Maledizione dell’Erede, J. K. Rowling, Jack Thorne e John Tiffany 
  84. Dream Bender, Eveline Durand

Ora si riparte con un nuovo anno e una nuova lista infinita di libri da voler leggere! E a questo proposito mi piacerebbe sapere quali sono i vostri migliori libri letti in questo 2016 e quale libro mi consigliate di leggere e di inserire nella lista del 2017!

Buona lettura a tutti! 🙂

Dream Bender, Eveline Durand

Dream Bender di [Durand, Eveline]

TITOLO: Dream Bender

AUTORE: Eveline Durand

ANNO: 2016

PAGINE: 264

VERSIONE: Ebook

TRAMA

La capacità di controllare i sogni può essere una dote?
Se qualcuno cercasse chi possiede queste abilità per formare degli agenti speciali, chiamati Dream Bender?
Jordan Skinner è tra quel due per cento di persone con simili qualità.
Assieme alla sua famiglia, viene sottoposta a un esperimento per mettere alla prova il suo potenziale.
Il test si conclude e Jordan sfugge alle mire dell’organizzazione, ma Alexander Shelton, il Dream Bender che per primo ha scoperto il suo talento, adesso la vuole nel suo team di ribelli.
Alexander, detto Lex, la introduce nel suo mondo onirico con simulazioni che la mettono a dura prova, spaventandola e poi seducendola in sogno.
Jordan accetterà il compito per dare finalmente una svolta alla sua vita, o sarà l’eccentrico Lex a farla capitolare, con il suo stimolante e odioso bisogno di avere il controllo?
Vittima consenziente del suo dispotico mentore, riuscirà a piegare i sogni come una vera Dream Bender?

 

Con questo libro per me è stato come un’appuntamento al buio. L’ho cominciato non sapendo di cosa trattava e mi sono lasciata trasportare da questa storia appassionandomi ogni pagina sempre di più. Sembra di leggere un ottimo copione per un romance-thriller, mi immaginavo perfettamente personaggi e eventi grazie alle impeccabili descrizioni dell’autrice.

Leggendo non pare nemmeno una scrittrice alle prime armi, ho trovato la trama molto ben costruita, intrighi e mistero sono gli elementi principali di questo romanzo, ed insieme ad amore e sesso la rendono una storia completa ed avvincente. Complimenti all’autrice che dovrebbe uscire allo scoperto prendendosi tutti i complimenti del caso e non rimanere sotto pseudonimo, ma comunque bravissima. Ora aspetto solo di sapere se ci saranno altri romanzi basati su questa storia dei Dream Bender.

 

Per info e shop:

AMAZON.IT

Libri del mese #Novembre

  1. Dream Bender, Eveline Durand Risultati immagini per dream bender amazon

 

Manca ancora un mese alla fine del 2016, poi scriverò un post con tutti i libri letti quest’anno, magari con una classifica per potervi consigliare le migliori letture.

A presto! 🙂